Silvio Alessi:" Akragas cinica e spietata. Come accoglierò Pino Rigoli?..."

28.12.2014 10:11 di Davide Micciché  articolo letto 98 volte
Nel corso della 9a puntata di "Casa Akragas", il programma condotto da Davide Sardo in onda il martedì alle 21 su AgrigentoTv, il Presidente dell'Akragas Silvio Alessi, a due giorni dall'importantissima vittoria di Marcianise, ha espresso tutta la soddisfazione per la sua squadra che finalmente ha raggiunto il primo posto in classifica e mostrato di essere ormai un grande gruppo."La vittoria di Marcianise ha sancito finalmente la vera natura dell'Akragas. La squadra ha vinto e amministrato soffrendo poco. Una vittoria cercata e voluta e per questo voglio complimentarmi con la squadra. Finalmente abbiamo visto un Akragas cinica e spietata che ha lottato su un campo difficilissimo e portato a casa il massimo della posta in palio. I nuovi arrivati? Non avevo dubbi sulle loro capacità. Filippo Tiscione lo abbiamo inseguito per due anni e oggi è stato decisivo in entrambi i gol. Lucas Longoni? E' un Talento naturale che ci darà una grossa mano. Maurizio Maraucci? E' una colonna portante che sarà fondamentale per il salto di categoria.Poi l'attenzione va sulle due gare interne di inizio anno che scriveranno una grossa pagina di campionato:" Durante i saluti ho voluto ricordare alla squadra dei due importantissimi match che inaugureranno il 2015. Le gare con Rende e Agropoli saranno decisive e per questo motivo voglio uno stadio Esseneto gremito. Oltre alla squadra questo è un team che ha un fantastico gruppo dirigenziale che non vede l'ora, dopo tanti sacrifici, di approdare nella terza serie che manca ad Agrigento da parecchi anni. Sono sicuro che sarà l'anno del trionfo biancoazzurro ma per farlo dobbiamo essere tutti uniti".Battuta finale per l'ex di turno Pino Rigoli che l'11 gennaio tornerà nel suo ex stadio da avversario: "Come accoglierò Rigoli? Ovviamente con un abbraccio. Abbiamo mantenuto un ottimo rapporto e non vedo altre accoglienze".