Il saluto di Ciccio Nobile: "Oggi chiudo una storia magnifica ed esaltante con l’Akragas, ma a testa alta farò solo il tifoso”

Per Ciccio Nobile, si chiude un capitolo importante iniziato da protagonista quando fu uno dei promotori della fusione tra Agrigentina e Akragas da cui partì l’avventura che vede il Gigante in Serie C
 di Gaetano Di Caro  articolo letto 791 volte
Ciccio Nobile
Ciccio Nobile

Riceviamo e pubblichiamo questa nota stampa di Francesco Nobile: “Oggi chiudo una storia magnifica ed esaltante con l’Akragas, ma a testa alta farò solo il tifoso”. Per Ciccio Nobile, si chiude un capitolo importante iniziato da protagonista quando fu uno dei promotori della fusione tra Agrigentina e Akragas da cui partì l’avventura che oggi vede il Gigante in Serie C: "Sarò un tifoso onorato e orgoglioso – dichiara Nobile - il colore biancoazzurro sono la mia pelle e nessuno mai potrà cancellarli. Ringrazio chi veramente vuole bene all’Akragas e in questi anni ha contribuito a questa ascesa. Io per l’Akragas ho rinunciato a tutto ma ne sono fiero, lo rifarei di nuovo. Oggi è cambiato tutto – prosegue Nobile - spero in meglio, con gente che ha fatto calcio perchè la Serie C ha bisogno di questo. In futuro, dopo aver parlato con la persona interessata, spiegherò i motivi della mia decisione. Una cosa è sicura: non tradirò mai e poi mai i tifosi akragantini. Auguro all’Akragas un grande campionato ma principalmente chiarezza e serenità nei rapporti con il popolo agrigentino, meglio una amara verità che una dolce bugia. Senza polemiche, forza Akragas oggi, domani e sempre”

Ciccio Nobile